venerdì 25 luglio 2008

La gita su Roma? Noi l' abbiamo fatta

Cari Tutti,
nel ns piccolo noi la nostra gita l' abbiamo fatta. Ci siamo visti questa mattina alle 10 in Piazza Navona come concordato. Ci siamo addobbati con i numeri sulla schiena (come proposto dai ragazzi del meetup di Palermo) tutti in bicicletta ed abbiamo sfilato per alcune vie del centro di Roma scortati da una macchina della questura, che ci ha accompagnato a Montecitorio.
La gente ci ha guardato compiaciuta, alcuni ci hanno applaudito. Eravamo una cinquantina circa, una piccola avanguardia rivoluzionaria :) .
Abbiamo sfilato nonostante l' annullamento della gita, nonostante il denigrare di "qualcuno" verso questa iniziativa, nonostante avessimo messo in gioco le nostre brutte facce e nonostante avessimo contro tutti e dico tutti compresi i meetup. Liberi cittadini hanno deciso di incontrarsi, vedersi, conoscersi ed affrontare insieme tematiche che hanno condiviso fino a ieri attraverso un Blog. Ora ci conosciamo e sappiamo come trovarci.
Questo è un segnale. Chi vorrà capire, capirà !!
Cinquanta grazie a tutti ed in particolar modo a chi è giunto con un aereo da Londra e ai ragazzi di Palermo (ragazzi siete stati immensi, veramente il miglior meetup finora conosciuto).
Domani pubblicherò su questo Blog una cronistoria di questo fantastico 25 Luglio con immagini e video dell' evento.
Grazie a chi c'è stato e grazie anche a chi non è potuto venire ma ha supportato questa iniziativa.

DOBBIAMO ESSERE IL CAMBIAMENTO CHE VOGLIAMO VEDERE

10 commenti:

Costantino ha detto...

Grazie ragazzi!
Trovarsi, fare rete, parlarsi di persona, anche con chi non la pensa come noi, è importantissimo.
Aspettiamo le Vs foto e video della giornata...

Ciao, Costantino
(MU Vigevano)

Massimo ha detto...

E’ DA QUESTO BLOG CHE CREDO SIA IMPORTANTE FAR PERVENIRE LE PIU’ SENTITE CONDOGLIANZE PER LA PREMATURA SCOMPARSA DI SILVIO.

Ho conosciuto oggi in piazza Montecitorio gli amici di Silvio. Ci siamo incontrati noi della “gita su Roma” e alcuni membri del MEET-UP della capitale.

Dopo alcune spiegazioni, e la triste notizia, credo di poter dire che forse ci siamo spiegati ed abbiamo superato l’equivoco.

Un solo rammarico. Vedete amici del MEET-UP, gli insegnamenti che purtroppo ci lasciano certe vicende, dovrebbero farci riflettere sullo spirito, con cui ci rapportiamo alla politica, all’impegno politico.

Noi siamo chiamati a costruire il nuovo! E con questo non voglio dire che le vostre preoccupazioni di ordine pubblico erano infondate. Erano le nostre stesse preoccupazioni, ma sarebbe bastato spiegarci, chiederci, comunicarle quelle preoccupazioni. Magari le avremmo condivise.

Ed e’ questo il punto la condivisione, la partecipazione. Dobbiamo costruire un movimento che sia il meno possibile rinchiuso in steccati e recinti, in cui far confluire il piu’ alto numero di persone.

Possiamo farlo. Dobbiamo solo cambiare prospettiva, vedere le cose della politica in modo nuovo. Liberi da condizionamenti e vecchie sovrastrutture. Cominciare a costruire il nuovo.

Non so quali siano le logiche che vi hanno portato a rapportarvi con noi in quel modo. Ma il mettere distanza fra voi e altre persone, che correttamente vi tendevano una mano, senza neanche provare a sentirne le ragioni. Mi preoccupa, e mi lascia amareggiato.

Voglio ignorare le minacce e l’auspicio fatto da alcuni componenti il MEET di Roma di vederci picchiati dalla polizia. Confido in un vostro intervento chiarificatore con i responsabili.

Rinnovandovi il mio piu’ sentito cordoglio per l’amico scomparso, vi saluto.

Massimo Ugolini.

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi, quali "nuovi monumenti di Roma" avete visitato? ;-)

Anonimo ha detto...

Salve
Avevo promesso di venire a P.zza Navona e ci sono stato.
Ho girato per diverso tempo (ho visitato anche le due chiese prospicenti la piazza), ma ho notato solo alcuni in bici (erano a nolo certamente), io purtroppo ero a piedi, non vi potevo corrervi dietro (ho 67 anni) e questo mi ha fatto desistere.
Forse era meglio se fossimo andati tutti a piedi.
Sarà per un prossimo incontro.
Ciao
Mi dispiace enormemente per Silvio!
Pier Luigi
Meet-Up Roma

Anonimo ha detto...

Caro Pier Luigi peccato potevi avvicinarti, molti di noi non erano in bici e così siamo andati a passo d'uomo. Sarà per la prossima volta visto che la organizzeremo bene e chiederemo l'aiuto del vostro meet up in quanto credo che le cose debbano essere fatte insieme


salice piangente meet up del blog di Grillo

Anonimo ha detto...

Salve Salice Piangente
Condivido totalmente il fatto di riorganizzare un altro evento chiedendo anche la collaborazione del meetup roma.

Più siamo e più contiamo, sarà una frase scontata, ma è una realtà!
Mi dispiace del malinteso che c'è stato tra voi e quelli del meetup roma, penso che per una buona causa, è bene accantonare i personalismi e soprassedere su qualche fraintendimento.
Adesso leggendo il blog di Grillo, mi sembrerà di interagire meglio ricordando i vostri volti.
Ciao
Pier Luigi

Anonimo ha detto...

non è stata l'unica gita su Roma..
un'altra c'è stata e con il percorso originale..
presto immagini della "vera gita su Roma"

almeno un grazie a MU di Roma per l'assistenza ai testimni di giustizia!!
Ugolini l'anarchia condivisa è il nuovo?

Riccardo ha detto...

"eravamo una cinquantina circa"... e daje pero', nel filmato dici 40, e se ne vedono si e no' 30... evitiamo dichiarazioni da politicanti quando possibile...
Piuttosto, da quant'ho capito il grosso dei partecipanti ha "sfilato" dietro a un'auto della questura, e poi tutti calmini a Villa Borghese. Mi chiedo cosa ci sia di diverso dalla "gita scolastica" proposta da Serena sul Meetup di Roma, visto che poi il veto della questura non e' stato messo in discussione se non da quelli (pochini da quant'ho capito) del filmato ancora da pubblicare.
Ma comunque le cose si fanno in tanti, e se il grosso del gruppo si e' attenuto alle richieste della questura non vedo cosa ci sia di diverso da quanto sul meetup s'è auspicato fin dall'inizio.
Che il meetup non volesse una passeggiata pacifica e' una mistificazione, il meetup non voleva una cosa illegale e cosi' e' stato, e non per scelta del meetup ma per scelta di chi ha deciso di seguire l'auto della questura.
A parlare di Libertà al posto di Responsabilità (ovvero Anarchia) so' buoni tutti, e per fortuna che perlopiù son state solo chiacchiere.

Alessandro B. ha detto...

Caro Riccardo,
la mattina del 25 Luglio su questo Blog ho lasciato visibile il mio numero di cellulare per alcune ore, chiedendoti di chiamarmi (per un colloqui chiarificatore e di pace); ma non l' hai fatto !
In fondo questa esperienza mi ha chiarito le idee su alcune cose e mi ha confermato che il meetup di Roma (come molti altri e forse come il movimento in generale) ha dei problemi al proprio interno. Ci si guarda sospettosi intorno e ci si sente sempre attaccati ma non si vede a volte he il problema invece sta dentro casa. Spero vivamente che i leader del gruppo se ne accorgano presto e vi pongano rimedio.
Un abbraccio
Alessandro

Massimo ha detto...

27 luglio 2008 17.24

Hai ragione Anonimo.

Il nuovo e' una parola abusata. Per "nuovo" passano tante cose, anche Berlusconi era il nuovo e poi....Un vecchio arnese fascista.

Ancora. dopo averci conosciuto,aver visto come abbiamo gestito la "gita" avervi dato torto in pratica, nei fatti. Perche' nulla e' successo, non ci sono stati fiumi di sangue che scorrevano per Roma e come alcuni del MEET di Roma auspicavano.

Tu continui, etichetti, "anarchici" "anarchia condivisa".

Niente, non c'e' niente da fare. Pazienza.

Un ringraziamento al MU di Roma? erano in Quattro (4)prima che arrivassero i pericolosi sovversivi della "gita", e sono diventati 50. A me non mi ha ringraziato ancora nessuno. Aspetto speranzoso.

X Riccardo. Alessandro e' propio bravo risponde a tutti. Io non ho neanche capito che dice.

Massimo Ugolini.